Primavera, parla mister Galluzzo: il bilancio sul girone d'andata!

20.01.2017 15:30 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:   articolo letto 1792 volte
Primavera, parla mister Galluzzo: il bilancio sul girone d'andata!

Terminato il girone d'andata del campionato primavera, la redazione di TuttoFrosinone.com ha contattato il tecnico della primavera canarina Giorgio Galluzzo per fare un bilancio della prima parte di stagione. 

Al termine del girone d'andata il Frosinone è terz'ultimo, si aspettava qualcosa di più da questa prima parte di stagione?

"Prima dell'inizio del campionato e prima di conoscere il nostro girone sicuramente le mie aspettative erano più alte. Man mano però mi sono reso conto che ci ritroviamo in un vero e proprio girone di ferro dove il livello è davvero alto. I numeri però dopo un girone parlano chiaro e meritiamo la posizione di classifica che abbiamo. Forse ci mancano tre punti contro il Pisa ma cambierebbero comunque poco. Se andiamo a guardare la crescita dei ragazzi dal ritiro a oggi però ci possiamo ritenere soddisfatti perchè sono cresciuti molto."

Frosinone che ha attuato una politica diversa rispetto alla passata stagione, tanti i '99 in rosa, si lavora dunque sul biennio?

"Sicuramente questo è un anno di esperienza, specie in questo girone dove con la riforma del campionato primavera siamos tati molto penalizzati. L'anno prossimo con la divisione tra primavera uno e primavera due, e la maggiore esperienza dei ragazzi sicuramente sarà un campionato diverso dove il livello sarà maggiormente alla nostra portata. La prossima stagione sicuramente a livello di risultati andrà meglio ma non dimentichiamoci che l'obiettivo della società è far crescere i ragazzi sotto tutti gli aspetti. Ripeto siamo in un girone di ferro, abbiamo battuto due volte fuori dal campionato la Lazio che nel suo girone è ad un punto dalla prima, in Coppa abbiamo eliminato il Bari che nel suo girone è nella parte sinistra della classifica"

Spesso guardando le partite il Frosinone è uscito sconfitto con un passivo troppo largo rispetto a quanto espresso in campo. Qual è la ragione?

"Sicuramente in alcune gare dopo il 2-0 ci siamo sbilanciati lasciando troppo spazio ad attaccanti avversari molto forti anche fisicamente. Sono dell'idea però che il nostro gioco propositivo sia più idoneo in queste categorie rispetto ad un gioco di rimessa  di lanci lunghi. E' chiaro però  che a volte non si riesce a tener testa per 90 minuti a squadre di livello superiore e alla fine emerge la maggiore fisicità degli avversari. Perdiamo spesso le gare nella ripresa dove scendono i ritmi"

Al termine della passata stagione quattro elementi del 97 sono stati aggregati alla prima squadra, nella rosa attuale c'è qualche elemento che reputa pronto o comunque in prospettiva pronto ad approdare in prima squadra?

"Non voglio fare nomi perchè mi sembra presto ma sopratutto poichè ancora stiamo lavorando e non sbilanciarmi. Soprattutto tra i '99 però vedo degli elementi di spicco che potrebbero essere un giorno aggregati in prima squadra specie perchè hanno davanti ancora un'altro campionato primavera da disputare e ancora la possibilità di formarsi fisicamente. Ci sono dei bei prospetti da seguire"

Sabato arriva l'Atalanta, avversario certamente difficile da affrontare, che gara si aspetta?

"Sarà una gara difficile contro una squadra di grnde qulità e grane tradizione a livello di settore giovanile. Sicuramente cercheremo di fare la nostra gara come sempre, cercando di avere il più tempo possibile la palla e stando alti lontano dalla nostra porta. Ci saranno dei momenti di difficoltà e li dovremmo essere bravi a difenderci con ordine. Ricordiamoci che affronteremo una formazione che vanta in rosa giocatori come Latte Lat ilq uael ha segnato allo Juventus Stadium settimana scorsa e Melegoni"