Parla Andrea Gervasi (LoSport24.com): "Canarini sfortunati contro l'Inter, con l'Hellas serve cinismo. Corsa salvezza? È lotta tra Frosinone e Carpi"

11.04.2016 16:30 di Stefano Pantano   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Parla Andrea Gervasi (LoSport24.com): "Canarini sfortunati contro l'Inter, con l'Hellas serve cinismo. Corsa salvezza? È lotta tra Frosinone e Carpi"

Il Frosinone è incappato in una sconfitta davvero sfortunata contro l'Inter e ora proverà a rifarsi nell'ostica gara in casa dell'Hellas Verona. Per parlare delle due sfide, la redazione di TuttoFrosinone.com ha contattato il collega Andrea Gervasi, redattore di Passioneinter.com e di LoSport24.com, sito per il quale segue da vicino le vicende della squadra giallazzurra.

Che impressione ti ha fatto la formazione ciociara contro i nerazzurri?

"Un'ottima impressione sicuramente. La squadra giallazzurra ha tenuto le redini del gioco per gran parte della partita creando anche diverse occasioni da gol come testimoniano i due legni presi. Purtroppo per il Frosinone il gioco non è bastato ed ancora una volta, come troppo spesso accaduto in questa stagione, ha raccolto meno di quanto seminato".

Adesso i canarini andranno a Verona, dove mancheranno però gli squalificati Ajeti e Blanchard. Stellone opterà per la coppia Pryyma-Russo?

"Quelle di Ajeti e Blanchard sono due assenze molto pesanti che costringono Stellone a ridisegnare la difesa. A mio avviso la coppia Pryyma-Russo parte favorita perché sono due difensori centrali di ruolo ed anche perché già utilizzati come sostituti dei titolari. Poi soprattutto, a questo punto della stagione, non credo che Stellone stravolga le gerarchie e le geometrie difensive affidandosi a Matteo Ciofani. Ipotesi ancora più remota quella di un cambio di modulo".

Che partita ti aspetti al "Bentegodi"?

"Al 'Bentegodi' mi apetto una partita di grande intensità vista la posta in gioco. L'Hellas ha dimostrato nelle ultime partite, Napoli a parte, di credere ancora alla salvezza e di voler lottare fino a che la matematica lo consentirà. Dall'altra parte, invece, il Frosinone dovrà giocare come sa ed essere più cinico in zona gol".

Prima l'Hellas, poi il Chievo. La doppia trasferta veronese sarà decisiva per le sorti giallazzurre?

"A sei giornate dalla fine del campionato penso proprio di sì. I cinque punti fatti lontano dal 'Matusa' sono veramente pochi per la salvezza e il Frosinone dovrà migliorare sotto questo punto di vista dato che solamente due delle sei partite che mancano le giocherà in casa".

Lotta salvezza: secondo te chi là spunterà tra Palermo, Carpi e Frosinone?

"Tra le tre in lotta credo che Frosinone e Carpi siano leggermente avvantaggiate rispetto al Palermo sul piano del gioco. Entrambe, infatti, sono reduci da buone prestazioni in cui, però, non sono arrivati i punti sperati. Il Palermo, invece, è in piena crisi di identità e la contestazione dei tifosi certamente non aiuta la squadra".