Frara a 360°: "Lottiamo per un sogno bellissimo. Ricordo l'esordio in UCL. Frosinone? Dovevo restare a Varese, poi..."

15.05.2018 15:30 di Andrea Pontone Twitter:   articolo letto 1249 volte
Frara a 360°: "Lottiamo per un sogno bellissimo. Ricordo l'esordio in UCL. Frosinone? Dovevo restare a Varese, poi..."

In occasione del progetto Experience Scuola, il capitano del Frosinone Alessandro Frara ha incontrato i ragazzi dell'Istituto Comprensivo 4 di Ferentino. Il classe '82 ha ripercorso a tutto tondo la sua carriera, partendo dagli esordi: "Ho iniziato a giocare al calcio da bambino - riporta il sito ufficiale della società canarina -, una passione che mi tramandò mio padre che fu un calciatore di Serie C. A casa nostra si mangiava pane e calcio, posso dirlo".

Da sogno a realtà.
"A 10 anni la scelta del settore giovanile della Juventus, che mi dava la possibilità di allenarmi e far combinare meglio gli orari della scuola. Sono rimasto bianconero per 10 anni".

Il ricordo più bello della tua vita?
"Uno dei ricordi più belli è l'esordio in Champions League con Lippi in panchina a Glasgow, di fronte a 60.000 spettatori. E poi con la laurea in Scienze Politiche, tante esperienze professionali nella carriera. Un carriera fatta di sacrifici ma bella. Serie A col Bologna e poi ancora con il Frosinone, tanta Serie B, sono con questa alla decima stagione tra i cadetti, e Serie C".

Poi un focus sull'avventura in Ciociaria:
"Quella di Frosinone è l'esperienza più bella e più lunga per me tra i professionisti. Una storia casuale, bellissima, inaspettata. Sarei dovuto restare a Varese, ma poi arrivò l’offerta in Lega Pro del Frosinone e... eccomi qui, a lottare per un sogno bellissimo. Nostro e vostro".